Editoriali

Troppe affermazioni senza senso vengono spacciate per verità…

Abbiamo recentemente letto e condiviso l’importante intervista a Leonello Biscardo, past president di una prestigiosa Associazione come l’AIOP, che affermava: “Benchè la questione (della ipotetica pericolosità dell’amalgama n.d.r.) sia stata studiata per decenni, non è mai stato documentato alcun nesso tra otturazioni in amalgama e problemi di salute legati al mercurio…”. Non abbiamo fatto in tempo ad apprezzare la posizione scientifica, sostenuta dalla evidenza, come quella di Biscardo che leggiamo, infastiditi, un depliant pubblicitario distribuito tra la gente (Idea Sorriso – Benvenuto dal tuo dentista”) nel quale si legge: “L’amalgama d’argento è ritenuta dannosa a causa della presenza di mercurio…” Ritenuta da chi? Da mia zia, dal parroco, dalla portinaia? Ma non basta.
L’affermazione di Biscardo riflette quella della Organizzazione Mondiale della Sanità che scrive ”non è stato pubblicato alcuno studio controllato che dimostri effetti sistemici sfavorevoli collegati alle otturazioni in amalgama. Non esiste, ad oggi, alcuna prova scientifica che indichi che sintomi sistemici possano migliorare rimuovendo le otturazioni in amalgama.” 😦 Consensus de l’OMS sur l’amalgame dentaire)

Potremmo citare decine di fonti, una più autorevole dell’altra. Ne riportiamo solo alcune:

La paura per la tossicità dell’amalgama: mito o attualità

“ Questo rapport al Consiglio per gli Affari Scientifici revision e discute I recenti studi riguardanti la sicurezza delle otturazioni in amalgama, con particolare attenzione agli studi pubblicati dal 1993 dal U.S. Public Health Service Committee to Coordinate Environmental Health and Related Programs. The Council conclude che, sulla base delle disponibili informazioni scientifiche, l’amalgama continua ad essere un sicuro ed efficace material per le otturazioni dentali. .   Rathore M1Singh APant VA: J Am Dent Assoc. 1998 Apr;129(4):494-503.

“Amalgama Dentale: aggiornamento sulle preoccupazioni concernenti la sua sicurezza. ADA council on Scientific Affairs: “La controversia sull’amalgama: Una analisi basata sulla evidenza.

Ci sono numerosi errori metodologici e di logica nella letteratura anti-amalgama. L’autore conclude che l’evidenza dimostrante la sicurezza delle otturazioni in amalgama è affidabile. Le implicazioni cliniche sono che: le otturazioni in amalgama rimangono sicure ed efficaci.I dentisti dovrebbero educare i pazienti e gli altri professionisti della salute che possono essere erroneamente preoccupati a proposito della sicurezza dell’amalgama.” Dodes JE: J Am Dent Assoc. 2001 Mar;132(3):348-56.

È ora di smetterla di sparare affermazioni totalmente prive di basi scientifiche facendo intendere che si sa, è noto, si pensa. Se sul depliant citato all’inizio uno parte dicendo “la nostra professionalità” allora deve essere professionale e se fa una affermazione, deve documentarla. E così via stupidando si legge:” Il nostro fiore all’occhiello è sicuramente l’implantologia. Ti garantiamo un sorriso perfetto, sicuro, stabile…..grazie alla tecnica del carico immediato.” Da quando il carico immediato è in grado di risolvere i problemi estetici “sicuramente”? Il carico immediato non è altro che una tecnica di protesizzazione che serve a consentire al paziente di avere un provvisorio immediatamente dopo l’intervento. Che poi l’intervento sia andato bene, che si sia fatta GBR, rialzi di cresta, rialzo del seno, non c’entra assolutamente nulla con il carico immediato. Perché raccontare e ciò che non si può né garantire né promettere?

Altra perla sullo stesso depliant: “L’implantologia che sfrutta gli innovativi impianti zigomatici….” Che cos’hanno di innovativo? Li presentavano gli americani al GISI di Muratori, a Bologna, nel 1981, alla faccia dell’innovativo. E le tecniche GBR nate a fine ottanta che cosa sono? Il futuro astrale? Suvvia, siate seri!

E che dire della affermazione: “…la prevenzione aiuta a risolvere i problemi in tempo così si possono evitare disturbi e patologie che colpiscono i denti…”

La prevenzione si fa per evitare l’insorgenza dei problemi e delle patologie. Se “si risolvono i problemi in tempo” si fa prevenzione secondaria, cioè si tratta la patologia alle sue manifestazioni iniziali. E comunque, se si deve fare prevenzione, come si può proporre la “promozione igiene orale” a 35€?

Per fare una seduta di full mouth disinfection, spiegare al paziente le basi dell’igiene orale domiciliare, pulire la sala operatoria per prepararla per il paziente successivo servono almeno 60 minuti. I 35 € devono comprendere il costo di un’ora dell’igienista, il materiale di consumo, la sterilizzazione dei manipoli e dei ferri, il costo di segreteria, l’occupazione di un’ora di sala operatoria, il costo dell’aggiornamento del personale ecc. Stiamo scherzando, vero?

Perché si deve dare al cittadino paziente l’idea che la prevenzione, la parte più importante della odontoiatria, la parte che decide il futuro del paziente, la parte che educa, spiega, accompagna, sia una “sciocchezza” da risolvere in pochi minuti e con poca attenzione?

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...