Editoriali

Bombole d’ossigeno? Attento all’astuzia!

1491690Con una comunicazione del 04-12-2015 l’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, chiarisce quanto segue:

“Facendo seguito ai comunicati AIFA del 03/04/2015 e del 10/04/2015, si conferma che i titolari di AIC di gas medicinali non possono più riempire bombole di proprietà di terzi (farmacie, distributori, ospedali, case di cura, autoambulanze, altri mezzi di soccorso, studi medici, ecc). ma devono utilizzare esclusivamente bombole proprie… il precedente comunicato del 10/04/2015 indicava il 31/12/2015 quale termine ultimo per l’adeguamento a quanto sopra. Tuttavia, in considerazione delle difficoltà tecniche segnalate, in merito al completamento del processo di acquisizione delle bombole di proprietà di terzi, alfine di evitare carenze di gas medicinali, si ritiene opportuno concedere una proroga fino al 31/12/2016”.

Ciò significa che dal 01/01/2017 gli studi dentistici che detengono una bombola di ossigeno per l’eventuale emergenza cardio respiratoria, non potranno più avere le loro bombole da ricaricare ma, rottamate quelle, devono affittare le bombole da un distributore autorizzato, in modo tale che vi sia la sicurezza di rigidi controlli sul prodotto.

Allora si chiama un’azienda che affitta bombole e si chiede come fare.

Arriva immediatamente un’offerta per due anni di euro 1.190,00 meno euro 238,00 di sconto per sette bombole (5 bombole di O2 e 2 bombole di N2O) e l’adempimento di tutti gli obblighi di legge ad esse connessi.

In studio siamo tutti contenti. Habemus bombole!

A questo punto sorge un dubbio: come si fa a dare ossigeno al paziente moribondo se le bombole sono chiuse e non hanno le valvole di apertura? Ovvia e accurata risposta dell’azienda fornitrice: “Si comprano le valvole”.

Proposta eccezionalmente vantaggiosa (solo per voi), circa 520,00 euro più Iva per ogni valvola, spesa comprensiva anche di ammennicoli vari per la rianimazione.

Domanda: “Ma come si fa ad affittare una bombola senza una valvola?”

Risposta: “Legga bene il contratto”. Che è un contratto di affitto delle bombole.

Non è che uno si sente preso per il culo?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...