Analisi retrospettiva di 139 impianti Straumann controllati per 17-22 anni
Clinica&Ricerca/I Casi

Analisi retrospettiva di 139 impianti Straumann controllati per 17-22 anni

INTRODUZIONE L’implantologia si è imposta, nel corso degli ultimi 30 anni, come una tecnica affidabile e predittibile nelle mani dell’odontoiatra, per risolvere numerosi problemi dei pazienti. Si è talmente diffusa che, a volte, alcuni tendono a utilizzare questa soluzione al posto di una attenta e prolungata terapia parodontale. Scelta, questa, assolutamente discutibile sia perché la … Continua a leggere

Il mucocele della lingua
Clinica&Ricerca/I Casi

Il mucocele della lingua

Mucocele è il termine clinico con cui si identificano la cisti da stravaso mucoso e la cisti da ritenzione mucosa. Queste due neoformazioni sono lesioni benigne con patogenesi e istopatologia proprie e vengono pertanto considerate come entità separate. Invece, il termine clinico di “ranula” viene impiegato per i mucoceli che si localizzano specificatamente al pavimento … Continua a leggere

Analisi di 1036 impianti Bone System a 20-29 anni
Clinica&Ricerca

Analisi di 1036 impianti Bone System a 20-29 anni

di Giulio C. Leghissa e Filippo T. Casanova Gran parte dei fallimenti degli impianti è legata alle componenti protesiche, ma anche la perimplantite gioca un ruolo decisamente rilevante: “L’osservazione evidenzia che a 5 anni solo il 61,3% dei pazienti implantari non presenta complicanze. Nell’8,6% dei casi si riscontrano perimplantiti e complicanze ai tessuti molli, nello … Continua a leggere

Attorno agli impianti è necessaria una banda di gengiva aderente
Clinica&Ricerca

Attorno agli impianti è necessaria una banda di gengiva aderente

È una questione sulla quale si dibatte da tempo: quanto deve essere alta la banda di gengiva aderente attorno all’impianto per avere e mantenere in condizioni di salute il tessuto perimplantare? La presenza di una adeguata quantità di gengiva aderente cheratinizzata consente di attuare le manovre di igiene orale domiciliare senza creare piccoli danni traumatici … Continua a leggere

Lo sviluppo di carie secondaria nei restauri in composito
Clinica&Ricerca

Lo sviluppo di carie secondaria nei restauri in composito

Le resine composite sono attualmente il materiale quasi esclusivo per il restauro diretto degli elementi dentali posteriori e anteriori e le tecniche adesive ai tessuti dentali hanno permesso questo risultato. Parlare di amalgama d’argento è ormai anacronistico, nonostante sia stato un materiale che ha riabilitato/restaurato – e in maniera egregia – i settori posteriori. I … Continua a leggere

Herpes virus: un aggiornamento dedicato all’odontoiatria
Clinica&Ricerca/News

Herpes virus: un aggiornamento dedicato all’odontoiatria

Le manifestazioni cliniche e le patologie correlate ai singoli virus erpetici sono tra loro molto diverse. Le terapie convenzionali portano a una riduzione della sintomatologia ma non sono in grado di curare l’infezione latente.  Gli Herpes Virus umani (Herpesviridae) sono una grande famiglia di virus a DNA diffusi in tutta la popolazione e caratterizzati da un lungo … Continua a leggere

Un impianto non è “per sempre”…
Clinica&Ricerca/Gli Studi

Un impianto non è “per sempre”…

… ma la qualità del prodotto e un’igiene attenta e costante fanno la differenza: analisi retrospettiva di 139 impianti Straumann controllati per 17-22 anni. L’implantologia si è imposta, negli ultimi 30 anni, come una tecnica affidabile e predittibile nelle mani dell’odontoiatra, per risolvere numerosi problemi dei pazienti. Si è talmente diffusa che, a volte, alcuni tendono … Continua a leggere

Il grande capitolo della lotta al fumo: una revisione aggiornata su rischi e strategie
Clinica&Ricerca/Gli Studi

Il grande capitolo della lotta al fumo: una revisione aggiornata su rischi e strategie

Affrontiamo l’argomento della lotta al fumo con l’intenzione di chiarire ancora una volta quali siano i rischi cui si può incorrere fumando e quali siano le strategie per ridurli sensibilmente qualora non si intenda smettere. Perché si inizia a fumare? Generalmente per un insieme di ragioni che si possono sintetizzare con voglia di sentirsi grandi, … Continua a leggere

Carico immediato, precoce o convenzionale? Uno studio controllato randomizzato
Clinica&Ricerca/Gli Studi/I Casi

Carico immediato, precoce o convenzionale? Uno studio controllato randomizzato

Ricercatore freelance, professore associato in Biomateriali all’Università di Goteborg, specialista in Parodontologia, direttore responsabile dell’European Journal of Oral Implantology, direttore scientifico della Rivista italiana di stomatologia, direttore associato del Cochrane oral health group, responsabile accademico del Roayl college of surgeons of England, presidente della Digital dentista Society e presidente della British academy of implant and … Continua a leggere

La qualità dell’impronta in protesi fissa
Clinica&Ricerca/News

La qualità dell’impronta in protesi fissa

In protesi fissa una fase molto importante nel processo di fabbricazione del manufatto è la presa dell’impronta. Infatti, solo da un’impronta di qualità si ottiene un manufatto protesico di qualità. L’odontoiatra deve avere le competenze per verificare la qualità dell’impronta che è responsabile del successo della riabilitazione protesica. Inoltre, l’odontoiatra deve avere una buona conoscenza … Continua a leggere

Disordini maligni del cavo orale: quale evidenza per la diagnosi
Clinica&Ricerca/Gli Studi/I Casi/News

Disordini maligni del cavo orale: quale evidenza per la diagnosi

La American Cancer Society ha stimato che nel 2017 ci sono stati 49.670 nuovi casi di cancro della cavità orale e dell’orofaringe con 9.700 decessi per questo tumore. Più dell’80% di questi tumori sono carcinomi squamocellulari della cavità orale e dell’orofaringe. In particolare, 32.670 nuovi casi e 6.650 decessi per carcinoma del cavo orale. L’età media … Continua a leggere

Come convincere i pazienti a non fumare più
Clinica&Ricerca/Gli Studi/I Casi

Come convincere i pazienti a non fumare più

Nel 1992 Robert Mecklenburg in una pubblicazione del National Institute of Health scriveva “aiutare i vostri pazienti a smettere di fumare può essere la cosa più importante che possiate fare per la loro salute”. Questo concetto è stato continuamente ripreso nel corso degli anni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle più prestigiose associazioni e società … Continua a leggere